giovedì 28 ottobre 2010

Ecoeternit. Terza puntata.

Dopo la prima puntata e la seconda puntata eccovi la prosecuzione della vicenda che stà appassionando il Comune Monteclarense.

A cura di Wajdi



... Sembra il centro di un mondo speciale, un mondo esclusivo, forse unico nel mondo normale.
E, in questo mondo speciale, la discarica Ecoeternit, per lo smaltimento dell’amianto, non potrà che avere dimensioni speciali.
La discarica è autorizzata per una capacità complessiva di 960.000 metri cubi, che verranno riempiti, come risulta dalle autorizzazioni attuali (attuali perché è consuetudine, per le discariche di Montichiari, la successiva riprofilatura, ampliamento, o altro, che però vuol sempre dire migliaia di tonnellate di rifiuti in più) per 605.000 metri cubi da rifiuti contenenti cemento amianto, e per il resto da rifiuti non pericolosi e da materiali plastici.
Le discariche Seac, che non contengono solo rifiuti contenenti amianto, hanno complessivamente una capacità di circa 237.000 metri cubi.

...To be continued
e periamo che sia la volta buona per metterci la parola fine sopra.


Servizio Telecolor - Futura discarica di amianto - Montichiari (Bs)


mercoledì 27 ottobre 2010

La faccenda della "Regione"

Facciamo un po' di ordine sulla questione dell'incontro che si sarebbe dovuto tenere oggi in Regione.
  • In primavera il comitato SosTerra raccoglie 8297 firme contro l'impianto Aspireco e l'apertura di nuove discariche, in particolare la Ecoeterni adibita allo stoccaggio di materiali contenenti amianto. --> vedi la situazione discariche a Montichiari
  • In giugno vengono presentate in Provincia, ma fino a ottobre tutto tace o meglio, escono una serie di articoli sul giornale di Brescia in cui esponenti provinciali lasciano pareri alquanto discordati.
    --> prima sono tutti contro
    --> poi favorevoli
  • Il giorno 13/10/2010 arriva a Vighizzolo una troupe del TG1 che filma le discariche e fa un servizio che viene trasmesso sal telegiornale della prima rete il 17/10/2010 --> guarda il telegiornale.
  • Il giorno 20/10/2010 esce un Ansa in cui il presidente regionale Giosuè Frosio (Lega) prende formalmente l'impegno a discutere la petizione popolare in consiglio. Ovviamente molti giornali ne parlano. --> leggi l'Ansa
  • E infatti viene messo all'odg del consiglio regionale in programma il 27/10/2010 la discussione sulla petizione. --> leggi l'odg regionale
  • Siamo tutti galvanizzati e ci si organizza in massa alla volta di Milano. Pensiamo: questa volta ci siamo. --> leggi locandina del comitato.
  • Ieri pomeriggio la doccia fredda: dal consiglio regionale è stato tolto dall'odg il punto in cui si sarebbe dovuto discutere --> nuovo odg
Oggi sapremo con precisione le motivazioni che hanno portato alla cancellazione della discussione nella seduta regionale.
Sappiamo che la Lega è per sua natura votata alla difesa del nostro territorio e il benessere di noi cittadini, confidiamo quindi che si possa a breve chiudere questo triste iter e si possa porre fine alla questione in quanto, e su questo punto sembra che tutti concordino, Montichiari ha già data alla causa dei rifiuti!

Alla prossima puntata per sapere come andrà a finire.

p.s. chiediamo a chiunque riscontrasse inesattezze o omissioni nella nostra ricostruzione dei fatti di segnalarcelo tramite commento. Provvederemo a rettificare quanto prima. Grazie per la collaborazione, il futuro ci appartiene e dobbiamo lottare affinchè sia il migliore possibile.

giovedì 21 ottobre 2010

RIFIUTI: LOMBARDIA; COMMISSIONE, NO A IMPIANTO A MONTICHIARI

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Elaborare e approvare una
risoluzione bipartisan che dica ’nò alla costruzione di un
impianto di trattamento di rifiuti speciali a Montichiari
(Brescia). È l’impegno di cui si è fatta carico la commissione
Ambiente della Regione Lombardia, al termine dell’incontro che
la stessa ha avuto oggi con il sindaco di Montichiari, Elena
Zanola, e il presidente del ’Comitato SOS Terra Montichiarì,
Gianluigi Rosa.
Quest’ultimo ha consegnato alla commissione una petizione
firmata da 8.297 cittadini con la quale si chiede, appunto, il
ritiro del progetto del nuovo impianto di rifiuti speciali
contenenti amianto e si sollecita a non autorizzare più nuove
discariche o impianti analoghi sul territorio di Montichiari e
dei Comuni limitrofi «visto che - ha spiegato il sindaco - è
già saturo».
«Ci prendiamo formalmente l’impegno - ha garantito il
presidente, Giosuè Frosio (Lega) - di predisporre una
risoluzione unitaria che venga approvata in commissione già la
prossima settimana e che accolga le richieste dell’
amministrazione e dei cittadini di Montichiari, con il ritiro
del progetto per la realizzazione di un nuovo impianto e ogni
nuova autorizzazione per la realizzazione di discariche». Una
posizione, quella del presidente della commissione, condivisa da
maggioranza e opposizione: dal Pd all’Udc, dall’Idv a Lega e Pdl
c’è stata una presa di posizione unanime contro il nuovo
impianto e l’auspicio che «si approvi in modo unanime - è il
coro bipartisan dei consiglieri - un documento che inviti la
Giunta regionale a prendere i provvedimenti
conseguenti».(ANSA).

lunedì 18 ottobre 2010

Il servizio del TG1 sulle discariche di montichiari.

Lo trovate ai minuti 22:08. Buona visione


Ecoeternit. Seconda puntata.

Dopo la prima puntata eccovi la prosecuzione della vicenda che stà appassionando il Comune Monteclarense.

A cura di Wajdi

... Ecoeternit continua, diciamo così, la tradizione.

L’attenzione del “profano” che si inoltrasse fra la documentazione reperibile nei siti internet verrebbe però, probabilmente, attirata soprattutto da tre differenze rilevanti fra le vicende delle prime due discariche e quella della Ecoeternit.

La prima riguarda i luoghi nelle quali le discariche sono posizionate, e la grandezza degli impianti.

Le due discariche Seac, seppur situate non lontanissime da abitazioni, se non altro, confinano con i campi.

Non è sicuramente una nota di merito, sempre di discariche stiamo parlando, ma Ecoeternit confina, da un lato, con la discarica Pulimetal, piena di rifiuti assimilabili ai solidi urbani per 1.800.000 metri cubi, da un altro lato confina con la discarica Gedit, in fase di apertura, e che conterrà 944.000 metri cubi di rifiuti speciali non pericolosi, e si trova a pochissimi metri dalla discarica Valseco – Gruppo Systema, che, con i conferimenti di rifiuti in corso, alla fine conterrà 2.876.000 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e tossico nocivi! Non dimentichiamo, a poche decine di metri, l’altra discarica, la Bernardelli, in fase di realizzazione, per 870.000 metri cubi di rifiuti inerti.

Sembra il centro di un mondo speciale, un mondo esclusivo, forse unico nel mondo normale.

...To be continued

venerdì 15 ottobre 2010

Il triste record di Montichiari

....aspettando Rai 1

Nella trepidante attesa del servizio sul Rai1 postiamo alcuni scatti realizzati durante l'attesa della troupe del Tg1. Non eravamo tantissimi ma ci siamo fatti sentire! ;)



martedì 12 ottobre 2010

Rai 1 a Vighizzolo

Domani 13/10/2010 Rai 1 verrà a Vighizzolo per fare un servizio sulla situazione discariche e inceneritore a Montichiari.
Il Tour delle discariche attive e in attivazione partirà alle 13:30 dalla discarica A2A ex cava verde per poi passare alla Ecoeternit e finire al luogo individuato per la creazione dell'impianto Aspireco.
Alle ore 15:00 saremo davanti alla cascina Pasqua (luogo dove potrebbe sorgere ASPIRECO).
Chiediamo a tutti di venire con i vostri figli, nipoti, amici. VI ASPETTIAMO.

Fate girare la voce, condividete l'informazione. Più siamo e più forte sarà la nostra voce.

Link del comitato SosTerra: http://www.montichiarisosterra.it/joomla/eventi/details/57-rai-1-a-vighizzolo

venerdì 8 ottobre 2010

Un'interessante inchiesta dell'Espresso

Buon giorno a tutti, oggi vi postiamo un'interessante inchiesta dell'Espresso sul paese di Ferradina in Basilicata. Un mucchio di problemi con l'amianto,  cinque discariche, il progetto di un inceneritore del ministero dell'Ambiente e un'ennesima mega discarica di rifiuti tossici e nocivi. Una situazione non molto distante dal nostro amato comune monteclarense.

Un buon esempio dei pericoli a cui stiamo andando incontro.
Buona lettura

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/nel-paese-che-muore-damianto/2129425

mercoledì 6 ottobre 2010

Ecoeternit. Prima puntata.

Un appassionante viaggio alla scoperta della mitica discarica di Aminato.

A cura di Wajdi


La nuova discarica Ecoeternit di Montichiari per rifiuti non pericolosi e contenti amianto non è una novità per Montichiari, quando nel 2005 la Società Ecoeternit presenta i progetti e la richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale per una nuova discarica che dovrà contenere anche cemento amianto.


Già nel 1996 l'Amministrazione Comunale capeggiata dal sindaco Giliolo Badilini, democristiano, non si era opposta all'ampliamento dell'autorizzazione alla ditta Seac, in modo che nella discarica realizzata in località Ponchioni, a Montichiari, venissero smaltiti anche rifiuti costituiti da cemento amianto.


Nello stesso modo, nel 2000, l'Amministrazione Comunale capeggiata dal sindaco Gianantonio Rosa, leghista, ha espresso parere favorevole alla realizzazione di una nuova discarica, gestita dalla ditta Seac, questa volta in località Albarotto, per smaltire anche lastre di fibrocemento amianto.


Ecoeternit continua, diciamo così, la tradizione.


...to be continued

lunedì 4 ottobre 2010

La corretta informazione della Provincia e della Regione



E' notizia di ieri, a firma di r.r. su Giornale di Brescia a pag. 21, che la Gaia Onlus ( http://gaiaitalia.it/home/ sul cui sito al momento non viene menzionata l'attività) ha redatto un opuscolo con la collaborazione di Regione e Provincia per spiegare ai Monteclarensi che la discarica di amianto sarà sicura, moderna, efficente e che questo è il modo migliore per risolvere il problema dell'amianto sul nostro territorio. Nella febbricitante attesa di leggere questo saggio di scentifica ecologia non possiamo che notare alcune stranezze:

1 - Il tono è stranamente analogo ad un articolo del GdB di qualche settimana fa: http://noamiantoamontichiari.blogspot.com/2010/09/sul-gdb-un-articolo-preoccupante.html - La discarica vista come strumento moderno ed efficiente per debellare il problema dei rifiuti. Sicuro e pure bello da vedere. Un modo elegante per dire che gli allarmismi delle persone sono sciocchi, infondati e dettati dall'ignoranza.

2 - L'Asssessore Dotti scrive "..dato il via libera perchè sicura" (in rif. alla discarica. Ma sull'articolo del 25 settembre ( http://noamiantoamontichiari.blogspot.com/2010/09/il-gioco-dello-scaricabarile.html ) non dichiarava di essere contro??? Misteri della politica.

3 - Si parla solo della discarica Ecoeternit. Lo sanno questi signori che attorno alla ecoeternit ne apriranno altre due fra pochi mesi? Lo sanno quante ce ne sono in tutto il territorio limitrofo?? Lo sanno che ce ne sono già 2 contenenti eternit a Montichiari?http://noamiantoamontichiari.blogspot.com/2010/09/la-situazione-delle-discariche.html

Attendiamo l'opuscolo con impazienza.

venerdì 1 ottobre 2010

"Blu notte" e l'amianto

Oggi condividiamo una decina di minuti di una puntata di Blu Notte dedicata all'amianto, si parla di Monfalcone, delle fibre, delle morti. Buona visione.