giovedì 28 luglio 2011

Il comunicato stampa del Comitato Sos Terra di Montichiari

Ciao a tutti, postiamo il comunicato stampa redatto dal Comitato Sos Terra di Montichiari in seguito all'incontro avvenuto in Provincia lunedì 25/07/2011.
Nell'incontro, avvenuto a porte chiuse, si sono confrontati i tecnici Arpa di Brescia, Asl di Montichiari, Provincia di Brescia, Comune di Montichiari e tecnici Gedit. Le parti hanno convenuto sulla criticità della situazione e hanno definito un piano di intervento al fine di risolvere i disagi per la popolazione. A breve vi posteremo maggiori dettagli sulle misure adottate. Buona lettura e grazie ancora al Comitato per l'eccezionale lavoro che sta facendo.


Dal BresciaOggi sulla Gedit

Ciao a tutti, vi postiamo l'articolo, riguardante gli ultimi sviluppi sul "caso" Gedit, apparso oggi sul BresciaOggi. Buona lettura.


martedì 26 luglio 2011

Bernardelli: il contributo di un anomimo lettore

Ciao a tutti, ieri ho ricevuto il commento di un anomino lettore che fornisce alcune informazioni relativamente alla richiesta di Bernardelli per il conferimento del rifiuto CER 01 05 99 nella sua discarica di inerti. ( > articolo) Siccome il commento è interessante ho pensato che oggi il blog lavorerà al contrario. Il post sarà il commento del nostro amico e io mi calerò nella parte del lettore commentando quando scritto. Buona lettura a tutti.

La "brillante" legge sul trattamento dei materiali da scavo in buona sostanza prevede che tutti gli scavi superiori ad alcune migliaia di mc vengano classificati. Per tutti i materiali che non vengono riutilizzati in sito vanno trattati come rifiuti e sono di 2 tipi 1) quelli che possono essere riutilizzati per la formazione di rilevati o conglomerati 2) quelli che non lo possono essere. Tra quelli che non lo possono essere vi è la terra sterile o mista ad argille, limi, sabbie, BENTONITE. Per eseguire le opere della TAV in un qualsiasi posto in Italia che non sia la pianura alluvionale si scava in terra sterile, argilla, limo misti a sabbia. Per eseguire Pali e Diaframmi è necessario utilizzare una miscela di acqua e bentonite (argilla in sacchi disidratata) al fine di non far franare le pareti dello scavo. Tutto quello che viene scavatpo è quindi una poltiglia che non serve a nulla per le costruzioni se non trattata con calce. Ma la Calce costa, i trattamenti costano ed i prezzi applicati dalle Stazioni Appaltanti Pubbliche non coprono nemmeno i costi per tali operazioni. Quindi tutto questo materiale secondo la normativa vigente diventa rifiuto e bisogna smaltirlo in un buco. Ho detto rifiuto e quindi nell'accezione comune inquinante, ma in realtà non è inquinante perchè all'interno non c'è nessun tipo di inquinante tolto eventualmente quello al suo interno prima. Pertanto signori prima di fare battaglie è meglio informarsi perchè, e ve lo dice uno che mette la Natura prima di tutto, a fare battaglie su ciò che non si conosce si rischia di fare più danno che altro. Ricordo un articolo pubblicato su Bresciapoint circa 1 mese fa dove era detto che impilando i rifiuti depositati a montichiari su di un area di 3 ettari si raggiungeva un'altezza superiore a quella dell'everest, mentre invece armandosi di calcolatrice ed utilizzando i dati pubblicati sullo stesso articolo si arrivava a 500 mt quindi 1/18 dell'Everest. Signori è giusto difendere le proprie convinzioni ma bisogna farlo con cognizione di causa.

by Anonimo.

mercoledì 20 luglio 2011

La Brughiera

Di seguito linkiamo il nuovo numero del periodico "La Brughiera dei Cittadini" centrato sul problema discariche.

Leggi il numero on-line
Lasciamo ad ogniuno di voi il piacere del commento e della riflessione.
Buona lettura

lunedì 18 luglio 2011

Bernardelli, il CER 01 05 99 e la Provincia di Brescia.


Portiamo all'attenzione un dettaglio che a noi era sfuggito ma non ad un nostro attento lettore.

All'albo pretorio del Comune di Montichiari la richiesta di Bernardelli è stata esposta fino al 12 maggio.
Entro quel termine i cittadini potevano prenderne visione ed eventualmente agire di conseguenza.
La determinazione della provincia di Brescia è del 5 maggio!
Mentre ancora i cittadini potevano essere informati e informarsi, già la provincia aveva concesso l'autorizzazione!
Questa è una vergogna e uno schifo. Una presa in giro dei cittadini.
Ricordiamo che la classe politica chiamata ad amministrare il territorio è la stessa che, sotto la bandiera del "padroni a casa nostra" elemosina voti professando la tutela e la difesa della nostra terra e delle nostre popolazioni.

venerdì 15 luglio 2011

Bernardelli vince, indovinate chi perde?

Ciao a tutti, siamo ad aggiornarvi sulla richiesta, da parte della ditta Bernardelli, di aggiungere una nuova tipologie di rifiuto fra quelle conferite nell'omonima discarica di Vighizzolo. Leggi articolo sulla richiesta.

Purtroppo l'aggiornamento non è positivo.

Come leggerete nell'atto sottostante:
  • La Provincia di Brescia ha dato parere positivo al conferimento del nuovo rifiuto.
  • Il Comune di Montichiari, ovviamente, non ha formulato particolari osservazioni. Si è limitato a dare il suo ok.
  • L'Arpa ha dato l'ok a patto che chi passa il rifiuto verifichi che non sia nocivo e la Bernardelli si accerti che quest'ultimo dica la verità. In pratica controllato e controllore coincodono nella stessa figura.
In sostanza Bernardelli vince la partita ma a questo punto c'è da chiedersi; chi la perde?

La risposta, aimè, già la sappiamo. Perde la popolazione di Montichiari che, come sempre, non ha voce in capitolo, perdono i nostri figli a cui lasciamo una terra malata e inquinata, perdiamo tutti noi a cui non è concesso nemmeno il diritto di essere informati.
Tutta la pratica infatti è stata gestita in sordina, e nemmeno del nuovo rifiuto è dato sapere granchè.
Si sa infatti che è codificato come CER 01 05 99, che fa parte dei rifiuti derivati dalle trivellazioni ma non sappiamo esattamente di cosa si compone, la sua descrizione recita "rifiuti non specificati altrimenti". Sappiamo che arriva dalle trivellazioni dell'alta velocità Bologna - Firenze ma non sappiamo perchè, pur essendo un rifiuto inerte a bassissima redditività per la discarica, si fa così tanti km per essere smaltito qui.
Sappiamo che è una miscela composta da terra e bentonite decisamente liquida ma non sappiamo se conterrà percentuali di sostanza chimiche dovute alle attività di trivellazione e non conosciamo come e quanto penetrerà nel terreno visto che le discariche di inerti non sono isolate.

Vale come sempre la solita perversa regola di questo mercato malato: il guadagno di pochi lo si fa sul disagio di molti.



mercoledì 13 luglio 2011

Dal Giornale di Brescia di oggi 13/07/2011

Di seguito il link da cui scaricare il documento per le segnalazioni di molestie olfattive: http://www.comune.montichiari.bs.it/index2.php?action=dettaglio&cat=56&sub_cat=&id=3679 Al primo segnale di odore compilate e consegnate in Comune.
Segnaliamo, segnaliamo, segnaliamo e facciamo capire che il problema è davvero serio.

martedì 12 luglio 2011

Discarica Gedit: il Sindaco informa.

Ciao a tutti, in questi giorni di afa e calura la puzza della Gedit è più presente e penetrante che mai.
Di seguito, con qualche giorno di ritardo, pubblichiamo l'articolo che il Sindaco ha inviato al giornale Paese Mio. Lo facciamo perchè le copie di Paese Mio con il tempo si buttano e i documenti vengono dimenticati, internet invece no, ha una memoria lunga lunga e siccome gli impegni presi sono precisi e coraggiosi noi non mancheremo di tenerlo pubblicato a perenne monito.

Io, francamente, alle promesse della politica credo molto poco. In questo caso però spero proprio di avere torto ed essere smentito dai fatti. Lo spero per me, per tutti noi ed i nostri figli.


Di seguito il link da cui scaricare il documento per le segnalazioni di molestie olfattive: http://www.comune.montichiari.bs.it/index2.php?action=dettaglio&cat=56&sub_cat=&id=3679 Al primo segnale di odore compilate e consegnate in Comune.
Segnaliamo, segnaliamo, segnaliamo e facciamo capire che il problema è davvero serio.

lunedì 11 luglio 2011

Lettera di una bambina

Ciao a tutti, postiamo di seguito quanto c'è arrivato poco fa per e-mail. Buona lettura.


Caro Cantagallo, ti invio per mail un tema che ha fatto mia figlia in questi giorni. Te lo mando perché ogni tanto leggo questo blog e vedo che c’è tanta attenzione attorno al problema delle discariche di Montichiari. Spero possa contribuire a comunicare la dimensione che ha assunto il problema delle discariche monteclarensi e possa aiutare nella sensibilizzazione verso questo grandissimo, immenso problema.

Paola, mamma di una bimba di 9 anni.

“Da alcuni giorni a casa mia c’è tanta puzza. Fa molto caldo e c’è tanto sole ma io non posso uscire a giocare. Casa mia ha un bel giardino con tanti fiori e una pianta di ciliegie ma io devo rimanere in casa con le finestre chiuse. La puzza è molto forte e arriva da una discarica che hanno aperto qui vicino. Anche al mio cagnolino da fastidio e neanche lui ha voglia di uscire a correre nel prato. Vorrei tanto invitare i miei amici di scuola a casa mia ma con tutta la puzza che c’è mi sa che non ci vengono volentieri. Ieri sera a cena il mio papà e la mia mamma erano tristi, mio papà è preoccupato e dice che ha paura per quelle schifezze che respiriamo e che ci faranno ammalare prima o poi. A me dispiace molto che il mio papà e la mia mamma sono tristi, allora ho chiesto a mio papà se mi portava via lontano in un’altra casa. Lui mi ha detto che la casa non l’abbiamo ancora pagata tutta alla banca e per tanti anni rimarremo ancora qui. Sono un po’ arrabbiata con quegli uomini cattivi che portano schifezze e fanno puzzare l’aria. Stasera vado a letto e spero che domani mattina quando mi alzo non c’è odore così gioco un po’ fuori con il mio cagnolino”.

venerdì 1 luglio 2011

C.R.C. srl Montichiari

Ed eccoci al nostro, aimè, consueto appuntamento con la pubblicazione di una nuova, l'ennesima, richiesta da parte di un'azienda per lo smaltimento e recupero di rifiuti nel comune di Montichiari.

La ditta in questione è la C.R.C. S.R.L. con insediamento produttivo in Via LEONINO DA ZARA, 48 a MONTICHIARI, la richiesta una non ben specificata attività di recupero rifiuti non pericolosi. Nella richiesta protocollata nell'albo pretorio si legge attività di recupero e messa in riserva.
( via Leonino da Zara map )

Vi terremo informati su futuri sviluppi della richiesta, nella speranza che presto finisca questa vergognosa tendenza delle azienda ad avviare attività legate ai rifiuti nel comune monteclarense.