giovedì 31 gennaio 2013

I candidati in Regione a Montichiari

Ciao a tutti, vi pubblico la locandina dell'evento organizzato da Legambiente Montichiari.
Domani sera i candidati in Regione incontreranno i cittadini e risponderanno alle loro domande.
E' una bella iniziativa, io ci sarò, non posso tuttavia non notare alcune assenze pesanti: Lega, Pdl, UDC...... Come mai questi in un momento così cruciale della campagna elettorale abdicano una piazza così importante?
Le possibilità che mi vengono inmente sono tre:
  1. Hanno decido, per strategia elettorale, di non partecipare a dibattiti con i cittadini. Di fatto niente contraddittorio.
  2. Non considerano Montichiari una piazza importante o, peggio, la danno per già "presa".
  3. Montichiari è una patata bollente, una "rogna" e se ne guardano bene dall'affrontarla in un periodo così delicato.
Voi quale risposta accendete?

lunedì 21 gennaio 2013

dal Giornale di Brescia di oggi

Ciao a tutti, pubblico di seguito l'articolo apparso oggi sul Giornale di Brescia dove c'è la conferma che il terreno contaminato da PCB, per ora, non arriverà a Montichiari.
A smentire la Loggia e tranquillizzare tutti ci pensa il dott. Sesana nr.1 dell'Arpa bresciana.

Se da un lato possiamo tirare un sospiro di sollievo, anche se temporaneo, dall'altro credo dobbiamo prendere atto di un fatto gravissimo e inquietante. Il dott. Sesana tranquillizza "cittadini, comitati e consiglieri dell'opposizione del Comune di Montichiari", come mai non tranquillizza il Sindaco o l'Amministrazione? Forse perchè in questi giorni oltre che non aver riferito nulla a giornali e cittadini non si sono neppure fatti sentire, e valere, nelle sedi degli organi competenti???!??
Se così fosse dovremmo considerarla una pausa all'interno dei famosi 13 anni di lotte senza esclusione di colpi a discariche e cavatori? oppure dovremmo considerarla una resa definitiva?

Mi convinco sempre più che le chiacchiere rimangono tali mentre il tempo, che è solitamente galantuomo, rivela il vero volto delle persone.

Buona lettura.
CC




domenica 20 gennaio 2013

Il pcb non arriverà a Montichiari. Per ora.

brescia_224

La notizia che i terreni contaminati da pcb, provenienti dalla bonifica del parco di via Nulla a Brescia sarebbero arrivati a Montichiari era apparsa nei giorni scorsi sui principali quotidiani bresciani.
Pare che la notizia fosse stata data ai giornali ( Giornale di Brescia e Bresciaoggi in primis) dalla Loggia durante una conferenza stampa, proprio a ridosso del parco, in cui Rolfi & Co., ostentando un'impeccabile efficienza, avevano annunciato l'imminente inizio dei lavori incando già le ditte appaltatrici.
A questo punto in Montichiari è scattato l'allarme ed è iniziata una mobilitazione tutt'altro che scontata e prevedibile: interpellanze al Consiglio Comunale, polemiche, richieste di spiegazione agli organi preposti al controllo, lettere e, pare, sia stata organizzata persino una manifestazione di protesta a tempo di record.
Il fatto che terreno impregnato da una sostanza così pericolosa fosse smaltito in una discarica di inerti ( Edilquattro srl) aveva preoccupato ed indignato un po' tutti ( scrivo un po' perchè ad oggi non sapendo cosa ne pensa il primo cittadino non abbiamo la certezza che TUTTI in Montichiari fossero allarmati della cosa).
Pronta e puntuale è arrivata la notizia che nulla è ancora deciso e, per ora, in via Nullo non si sposta un grammo di terra.  Arpa infatti non ha ancora eseguito le analisi e i dovuti controlli al terreno e solo dopo aver stabilito il grado di contaminazione del terreno potrà decidere in quale discarica verrà tumulato.

A questo punto gli scenari possibili sono 3:

1. I giornalisti (tutti) hanno preso un abbaglio. Hanno capito male le parole di Labolani e Rolfi, hanno male interpretato ed hanno ( tutti ) scritto erroneamente la stessa cosa.

2. Siamo in campagna elettorale, Rolfi è candidato per un posto alla Regione e l'Amministrazione Comunale bresciana, dopo anni di assoluto immobilismo sulla questione PCB, doveva dimostrare efficienza. Si sa la politica vive di consenso e sotto le elezioni è parca di promesse ( solitamente impossibili da mantenere) e di piccoli ed insignificanti atti che tende ad ingigantire per "impressionare" l'elettore. Rolfi è uomo del nord, leghista, doveva mostrare i muscoli e dimostrare il proprio pragmatismo padano.

3. La notizia non è passata in sordina ( come SEMPRE accade su questi temi). La stampa ha comunicato che Montichiari era la destinazione e la reazione è stata tutt'altro che prevedibile. La gente si è indignata e si sono susseguite piccole azioni volte a capire se tutto questo era nei vincoli della legalità. A questo punto chi doveva decidere si è preso un po' di tempo.

Voi per quale optate?

Una buona domenica sera
CC

venerdì 18 gennaio 2013

Bernardelli ed il PCB. Puntata nr.3

Ciao a tutti, vi segnalo oggi una curiosa vicenda che ho trovato online.
Pare che già nel 2009 ci fu un'inchiesta giudiziaria sullo smaltimento della terra contaminata da PCB del parco di via Nullo a Brescia.

Come si legge in questo articolo:
http://www.quibrescia.it/cms/2009/12/16/bonifica-pcb-cantiere-sequestrato/
Il cantiere per la bonifica dall’inquinamento da Pcb dei giardini di via Nullo (nella zona di via Milano in città) e una porzione di una cava di Manerbio sono finiti sotto sequestro nell’ambito di un’indagine portata avanti dagli agenti della Guardia Forestale di via Donatello di concerto con la Guardia di Finanza e con la sede di Brescia dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa).
Il primo mezzo metro di terra sarebbe dovuto essere smaltito nel 2009 nella discarica gestita da A2A a Montichiari, in quella discarica pare che non arrivò mai e che finì nella cava laghetto della Esse Emme, situata fra Manerbio e Offlaga, non distante dalla ex statale 668.

 La Moviter, ditta incaricata dello smaltimento, sostenne che «il terreno prelevato dal sito in questione è stato oggetto di rigorosi controlli da parte di un competente laboratorio di analisi, e che i risultati dei controlli hanno escluso trattarsi di rifiuti speciali pericolosi, indicando quale ‘rifiuto inerte non pericoloso’ (inerti di scavo) il terreno stesso».

Oggi sappiamo che tale terreno è altamente contaminato, tanto da non permettere la realizzazione di un parco in quanto pericoloso per la salute.

Sempre in quei giorni spunta anche una dichiarazione del Sig. Arturo Bernardelli ( legale rappresentante della ditta Edilquattro snc) che viene pubblicata qui: http://www.quibrescia.it/cms/2009/12/26/bonifica-di-via-nullo-nessuna-segnalazione-da-edilquattro/
Non è chiaro a quale titolo parli il sig. Arturo Bernardelli, non conosciamo i dettagli dell'inchiesta, tuttavia è curioso che già al tempo si occupò, a qualche livello, dello smaltimento delle terre dei giardini di via Nullo.

Sarà dura ma non molleremo.
CC

giovedì 17 gennaio 2013

La risposta della Zanola

Integro a quanto pubblicato stamattina la risposta del Sindaco alla richiesta di interrogazione. E' tutto vero ed ha pure avuto il coraggio di farla protocollare. Arrivano tonnellate di terreno impregnato di PCB ( che è uno dei più pericolosi inquinanti) e il sindaco risponde in questo modo. Viene da chiedersi se la sindaco sa cos'è il pcb o se, per lo meno, conosce le percentuali di PCB contenute nelle terre che verranno conferite alla Bernardelli.

 Ma ci rendiamo conto di che gente ci sta amministrando? Per fortuna fra poco ci sono le elezioni e qualcuno sparirà dalla scena. Speriamo per sempre.




Il PCB entra soprattutto nei sistemi acquosi, penetra nel corpo degli animali ed essendo liposolubile, passa e si accumula nei tessuti adiposi. La tossicità diretta non è quella più pericolosa, in quanto per uccidere un topo occorrono circa 5 grammi di PCB per ogni chilo corporeo, invece è la somministrazione prolungata e quindi l'accumulo che porta alla morte. Il PCB penetra e si diffonde nel fegato, nei tessuti nervosi e in tutti gli organi e tessuti ad alta componente lipidica.
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Policlorobifenili

A proposito di cosa ne pensa il Comune

Un lettore ci segnala questo curioso ( ma sarebbe meglio dire triste) fatto che ci aiuta a capire meglio che cosa ne pensa il Comune di questa vicenda.

Il giorno 15 ( va riconosciuto il tempismo e la celerità) ACM scrive al Sindaco circa quanto pubblicato la mattina stessa dal Giornale di Brescia e Bresciaoggi.


     Comune di Montichiari
                                               Sig. Sindaco Dott.ssa Elena Zanola

                                               Sig. Presidente del Consiglio Comunale
                                               Sigg. Consiglieri Comunali                           
                                               Sigg. Assessori

                                               E p.c.

                                                Ufficio della Segreteria Generale
                                               c.a. Segretario Comunale – dr.ssa Russo
                                               Ufficio Ecologia
                                              c.a. Dirigente – ing. Guerini


Montichiari, 15 gennaio 2013

Oggetto: interrogazione con riposta scritta in merito a CONFERIMENTO TERRENI CONTAMINATI DA PCB IN DISCARICA BERNARDELLI

Ai sensi dell’art. 57 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, i sottoscritti Basilio Rodella, Rino Bignotti e Paolo Verzeletti, Consiglieri Comunali componenti il gruppo consiliare Area Civica Monteclarense,

interrogano

il Sig. Sindaco in merito alla notizia pubblicata sugli organi di stampa secondo cui i terreni contaminati da PCB presenti in città di Brescia verranno conferiti presso discarica Bernardelli. Si chiede in particolare, qualora la notizia fosse fondata, la data dalla quale il conferimento è iniziato o inizierà.


Distinti saluti.


Paolo Verzeletti
Basilio Rodella
Rino Bignotti

Pare che il Sindaco abbia risposto così:

Risposta del sindaco in data 16/01/2013 prot.001409/6.9
" egregi Consiglieri, con la presente chiedo dove e quando avete letto la notizia in oggetto
distinti saluti
Il sindaco
Elena Zanola"

Scrivo pare perchè non ho potuto verificare di persona la missima del Sindaco, tuttavia
 c'è un numero di protocollo e l'eventuale verifica con smentita potrebbe essere facile da fare.
Se fosse confermata tuttavia, oltre a rimanere sbigottiti e senza parole, ci troveremmo costretti a dover e ribadire la nostra richiesta di dimissioni del sindaco per arroganza e manifesta incapacità ad affrontare problematiche di così drammatica portata.

Per chi ancora non li avesse letti lascio i link degli articoli ( sfuggiti alla Zanola) dei2 maggiori quotidiani:

http://www.giornaledibrescia.it/in-citta/via-nullo-ruspe-al-lavoro-per-i-nuovi-scavi-1.1509388

http://www.bresciaoggi.it/stories/Cronaca/454486_via_nullo_oggi_prende_il_via_la_fase_di_scavo/



Buona giornata



mercoledì 16 gennaio 2013

Cosa ne pensa il Comune?

Ogni tanto mi interrogo e mi chiedo, ma cosa ne pensa la nostra Amministrazione di tutta questa "merda" che ci sta sommergendo?
Partendo dall'assunto che il Comune rimane al di là del Chiese dove i problemi ambientali arrivano a fatica mi rimane una certa curiosità di fondo ed il silenzio assordante che percepisco mi inquita e mi irrita.

Cosa ne pensa la Zanola di questa faccenda?
Ieri sera su una tv locale ho sentito parlare il vice sindaco riguado al pgt, quando ho sentito che attacava la solfa dei 13 anni di battaglie ho preferito cambiar canale in preda a crampi e voglia di vomitare. Mi chiedo se questa gente pensa di vivere sulla luna o, peggio, crede che siamo ancora negli anni '80. Oggi tutti abbiamo internet e siamo informati, certe balle suonano come ridicole.

Quello che sappiamo è che un immenso carico di terreno impregnato di PCB è in arrivo alla Bernardelli Edilquattro. Quello che sappiamo è che tale discarica è classificata come discarica di Inerti. Sappiamo che dall'apertura ha richiesto e ottenuto ben 2 modifiche ma che erano non sostanziali quindi la discarica rimane di inerti. Sappiamo che il Comune si pronunciò in maniera negativa sulla prima modifica ( richiesta di conferimento di nuovi CER derivanti da fanghi di trivellazione) ma che non si espresse ( silenzio assenso) sulla seconda in cui Edilquattro chiedeva di poter fare un impianto di lavaggio gomme e lo spostamento degli uffici. A noi qualche sospetto sulle future evoluzioni di tale richiesta era venuto. Sappiamo che la posizione del Comune verso tale discarica è sempre stata piuttosto morbida in quanto, credo, la considerassero una buca destinata a raccogliere innoqui sassi e scarti da demolizione.

Sappiamo che i limiti di inquinanti nei terreni da bonifica sono fissati dall'allegato D alla parte IV del D. Lgs 152/2006 (pagina 242 della Gazzetta Ufficiale) in funzione della concentrazione di eventuali contaminanti classificati come tossici, nocivi, cancerogeni viene decisa se la destinazione è una discarica di inerti, rifiuti pericolosi o non pericolosi. Fino a prova contraria la Bernardelli Edilquattro è una discarica di inerti ed il PCB è tra gli inquinanti più pericolosi poiché la sua grande stabilità ai diversi attacchi chimici lo rende difficilmente degradabile acuendo l’effetto di bioaccumulazione negli organismi viventi.

Cosa ne pensa di tutto ciò il Comune? che siamo ancora in presenza di una buca piena di sassi e calcinacci e che noi ci stiamo allarmando per nulla?

Continuo a pensare che avremmo bisogno di essere amministrati da gente seria.



martedì 15 gennaio 2013

I terreni contaminati da PCB arriveranno a Montichiari!

Ma io dico, siamo impazziti?
I terreni delle bonifiche effettuate nel parco di Brescia verranno portate qui da noi nella discarica Bernardelli (Edilquattro SRL). A questo punto mi chiede che razza di discarica dI inerti sia. Il terreno impregnato di PCB verrà portato qui ad inquinare anche la nostra terra. Sono senza parole. Possibile che nessuno ci difenda? Dove è la pasionaria green Zanola??!!?? Siamo veramente diventati la feccia e la pattumiera del nord Italia.

brescia_224

la riqualificazione del parco
Via Nullo, ruspe al lavoro per i nuovi scavi

Cantieri (ri)aperti in via Nullo. Da questa mattina ruspe e operai saranno di nuovo al lavoro per risanare la lingua di terra che si affaccia su via Milano, quel lenzuolo verde inserito all'interno del perimetro del Sito di interesse nazionale Brescia - Caffaro, ancora infestato dal Pcb e in attesa di essere restituito alla città.

Due gli step che separano l'arrivo del nuovo parco pubblico disegnato dal Settore verde pubblico del Comune: la bonifica e la cosiddetta verifica di fondo scavo. E infatti il lavoro riprende proprio da una nuova erosione del terreno: i primi 50 centimetri erano infatti già stati esportati, ma l'esito delle analisi tecniche è stato perentorio: il Pcb ha impregnato il terreno più in profondità. E allora si ricomincia a scavare. Di altri 50 centimetri, arrivando così a quota meno un metro. A questo punto, se le indagini tecniche - in capo all'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente - saranno negative sul fonte inquinamento si potrà passare alla ricostruzione e, quindi, alla realizzazione del parco pubblico, un progetto che costerà 430mila euro. In caso contrario, si procederà con una nuova erosione. Di 50 centimetri in 50 centimetri, fino ad estirpare quanto più possibile la contaminazione da Pcb del terreno.

Da questa mattina si parte con il primo conto alla rovescia: i 180 giorni stimati per la bonifica della zona ancora inquinata: ad eseguire i lavori, stimati in 180mila euro circa, sarà l'impresa Vezzola di Lonato. Quindi, il materiale contaminato sarà conferito nell'impianto di smaltimento Edilquattro srl di Montichiari, mossa necessaria che costerà 195mila euro. Un conferimento che prevede l'esborso di altri 50mila euro per il trasporto del materiale da via Nullo alla discarica di Montichiari.

Ieri mattina, a ridosso della recinzione del parco, il sopralluogo degli assessori competenti, Mario Labolani (Verde pubblico) e Fabio Rolfi (Traffico e Sicurezza), e del presidente della Circoscrizione Ovest, Mattia Margaroli per annunciare il nuovo via ai cantieri. «Il progetto definitivo - spiega Labolani - si inserisce nel piano di recupero di via Milano e divide il parco in due ambiti». Nella zona nord, confinante con via Industriale, sorgerà l'area passeggio e giochi, mentre la parte centrale sarà dedicata all'aggregazione e al riposo. E a sud? «Quella parte, non ancora bonificata, verrà ceduta alla confinante palestra per potenziare le attività sportive».


fonte: http://www.giornaledibrescia.it/in-citta/via-nullo-ruspe-al-lavoro-per-i-nuovi-scavi-1.1509388

Lettera di un cittadino

Ciao a tutti, questa mattina pubblico una lettera che ci è arrivata per mail da un cittadino. Difficile non essere d'accordo. Buona lettura.

Vighizzolo 14/01/2012
Questa sera la puzza a Vighizzolo è forte e persistente ( sono alcune ore che stringe come in una morsa casa mia). Ho rabbia e ho paura, anche se a quest'ultimo sentimento ormai mi ci sono abituato. All'inizio con i vicini di casa se ne parlava, si imprecava contro gli imprenditori senza scrupoli e ci si indignava per questo mondo in cui il denaro conta più di ogni altra cosa e annichilisce tutto il resto, ora pare che tutti si siano abituati e non ci facciamo più nemmeno caso. Talvolta ci stupiamo se l'aria è frizzante e inodore ( che tristezza). La normalità pare essere diventata un lusso.
C'è però una cosa che mi turba e mi fa terribilmente arrabbiare: ed è la puzza della politica.
Siamo in campagna elettorale, una campagna che tra Regione e Comune ci perseguiterà per un annetto comodo, fra poco comincerà il pellegrinaggio a Montichiari degli aspiranti governanti che ci riempiranno di promesse e buoni propositi. Tutti diranno che sono contro le discariche e che Montichiari ha già dato, ci diranno che se vinceranno la storia cambierà e Montichiari diventerà un esempio virtuoso per l'intera Italia. Non mancherà chi ci dirà che la colpa è delle precedenti amministrazioni e chi sosterrà che se avesse vinto lui la storia sarebbe stata diversa. Botte, insulti e polveroni. Non ne sono certo ma penso che ci sarà pure qualcuno che arriverà con le immancabili slide e snocciolerà i numeri impressionanti dei rifiuti sul nostro territorio pensando che non li conosciamo già. La cosa triste è che tutti sappiamo che sono tutte balle! Balle colossali che nessun politico onorerà mai. Balle immense che puzzano più di quelle eco conferite nella Gedit.
Quindi forza, stiamo aspettando, chi sarà il primo?

Angelo

lunedì 14 gennaio 2013

Approvazione schema di convenzione quadro

Buon inzio di settimana a tutti.
Il giorno 10/01 è stato pubblicato sull'albo pretorio online il documento con l'approvazione dello schema di convezione quadro  che il comune ha fatto con cavatori e smaltitori di rifiuti dell'ATE43 e attigui ( zona di Vighizzolo).
Albo pretorio online del Comune di Montichiari
PDF della convenzione.

L'accordo prevede che i vari soggetti ( Gedit, Systema Ambiente, Vezzola, Calcestruzzi s.p.a., C.B.E, Ecoeternit, Edilquattro etc. etc. etc. - la lista dei soggetti coinvolti fa impressione per la lunghezza e da una dimensione degli interessi coinvolti) si impegnino a pagare e realizzare alcune opere:

  • Di compensazione ambientale ( creazione di piccoli boschetti nelle cave finite e sulle discariche e qualche filare di piante)
  • Di viabilità interna ed esterna all'ambito ( la famosa strada dei cavatori e le strade utilizzate per le loro attività)
  • Acqusizione delle aree necessarie per tali realizzazioni ( esprori)
  • Monitoraggio ambientale ( adesione al sistema di monitoraggio DICGS)
Quest'ultimo punto è particolarmente importante in quanto, pare, che tutti i soggetti si impegneranno a mettere a disposizione aree in cui verranno installate centraline di rilevazione. Almeno così pare da una prima lettura della convenzione. Tali dati verranno presi e immessi nel sistema di monitoraggio DICGS, di fatto verranno inseriti in Q-Cumber e quindi disponibili e visibili da chiunque. Questo punto, se attuato, rappresenterà una rivoluzione vera e propria. Ci saranno dati certi, rilevanti ed altamente qualificati che costituiranno la base per il monitoraggio ed il conseguente miglioramento del territorio. Un piano di monitoraggio senza precedenti ( ovviamente se tutto venisse confermato e poi realizzato).

Anche il primo punto parrebbe essere di una certa importanza in quanto la cifra stanziata ( vicina ai 2 milioni di euro) dovrebbe garantire un certo grado di rinverdimento.

E la copertua econominca ( vi starete chiedendo)? Il tutto dovrebbe attingere alle fidejussioni, che tali soggetti hanno versato in fase di approvazione della loro attività estrattiva o di conferimento.

A questo punto tutto parrebbe essere bello, troppo bello per essere vero ( anche se qualcuno potrebbe pensare che questa è la normalità di gestione in un paese civile da primo mondo). Non ci sorprenderemmo quindi se fra qualche tempo uscisse qualche "ma" o qualche "sorpresa".  Fiduciosi, tuttavia, rimaniamo vigili e attendiamo l'attuazione!

p.s.
Ricordo a tutti che i commenti sul blog NON sono bloccati. Solo che per pubblicarli bisogno usare il proprio account google ( inserendo gmail e relativa password). L'operazione richiede mediamente 5 secondi e servirà, spero, a dare un tono meno litigioso e aggressivo alle discussioni. Sono convinto che questo non costituirà un problema per tutti quegli utenti che hanno sempre seguito il blog con passione e che non hanno problemi nel firmare le loro idee, anche quando sono particolarmente crtitiche. Il futuro di Montichiari è nelle nostre mani.

CC

venerdì 11 gennaio 2013

Riguardo a commenti, scaramucce e insulti

Ciao a tutti, è con grande amarezza che ho deciso di sospendere la pubblicazione libera dei commenti. Da ora potranno scrivere e commentare solo utenti registrati al blog. Come sapete il blog nasce con l'intento di unire, di creare una coscienza collettiva riguardo ai problemi di Montichiari, non certo per dividere e per insultare. Toppo spesso ultimamente alcuni utenti hanno usato il blog per insultare ed il tono è andato ben oltre la normale dialettica e critica costruttiva. E' importante che ogniuno si faccia carico della responsabilità di quanto afferma e scrive. Sono certo, che se è convitno delle proprie idee, non avrà problemi a registrarsi e continuare con noi il dialogo che, speriamo, porti Montichiari verso un futuro luminoso.
Buon fine settimana.

giovedì 10 gennaio 2013

Nuove rilevazioni ARPA

Ieri alcuni tecnici ARPA hanno posizionato alcune centraline di rilevazione nelle vicinanza degli allevamenti di Vighizzolo. Di seguito vi pubblico alcune foto che ci ha mandato un lettore.
Alla richiesta fatta da un allevatore sulle motivazioni di tali installazioni un tecnico ARPA ha detto che sono state richieste dalla ditta Gedit.
Ora, immagino il vostro stupore, io sono semplicemente allibito in quanto la situazione pare essere assurda e paradossale.






Sappiamo tutti che da quando ha aperto la discarica della sig.ra Gabana l'aria a Vighizzolo è irrespirabile e odora di marcio, fino a prova contraria nessuno prima dell'apertura aveva lamentato o comunicato ad Arpa disagi olfattivi. Sappiamo anche che gli allevamenti a Vighizzolo ci sono da molto tempo, possiamo dire da sempre.
Sappiamo anche che ARPA ha concluso da qualche mese un report ( che presto dovrebbe essere di pubblico dominio) con le rilevazioni fatte dai suoi tecnici e dai privati in cui, pare, si accerti che sia Gedit la causa di alcune problematiche olfattive.
Sappiamo che le segnalazioni su Q-CUMBER fatte dai cittadini inchiodano Gedit come responsabile.
A questo punto della vicenda Gedit cosa fa?
Volete vedere che, proseguendo sulla sua linea difensiva per cui sostiene di non essere lei la causa delle molestie, chiede ad ARPA di fare rilievi per poi poter andare a prendersela con dei poveri allevatori? cosa vuole dimostrare? e se anche riuscisse a dimostrare qualcosa cosa accadrebbe agli allevatori? e a tutti noi?

Cornuti e mazziati.
Stiamo vigili e vediamo cosa succede ma la pazienza è davvero finita.

domenica 6 gennaio 2013

Gas e puzza dalla Gedit

Ciao a tutti, vi posto alcune foto che un utente ha caricato su Q-Cumber.
Si riferiscono alla Gedit e si vedono chiaramente i gas sprigionati nell'attività di conferimento.
In questi giorni l'odore è molto forte in quasi tutto l'abitato di Vighizzolo ( Montichiari).
Mentre i rifiuti cadono si alzano grandi nuvole bianche, tutto attorno gabbiani che stanno a significare la natura, anche parzialmente, organica dei conferimenti. I rifiuti arrivano dalla zona di Napoli ( con tutta probabilità sono STIR) lo confermano le targhe dei camion che ogni mattina si accodano fuori dalla discarica.
Questo è probabilmente il grande impianto di captazione dei gas, gioiello tecnologico del Gruppo Gabeca, che la Sig.ra Grandi Gabana esporterà in tutto il mondo.





Buona serata a tutti
CC

Q-CUMBER NEL REGNO UNITO

Qcumber annuncia l'evento di lancio nel REGNO UNITO alla London City University:

Qcumber apre da Febbraio 2013 ufficialmente le porte nel Regno Unito, dove ha già riscosso molto interesse grazie al riconoscimento ottenuto alle Olimipiadi delle Startup di Londra 2012; Il Centro di Giornalismo Investigativo di Londra, in collaborazione con l'Università della City, promuovono questo evento che apre la fase di internazionalizzazione del GeoSocial Forum ambientale proprio nel centro della capitale più IT del momento.

leggi l'articolo del "The Centre for Investigative Journalism": http://www.tcij.org/events/2013-01-29/qcumber-launch-event

Buon inizio anno a tutti!
CC

Q-Cumber: http://www.q-cumber.org/Qmap2/