giovedì 31 luglio 2014

Edilquattro chiede l'ampliamento!

Come era facile prevedere ( noi ne scrivemmo già nel 2012 -- http://noamiantoamontichiari.blogspot.it/2012/12/lavori-in-corso-alla-bernardelli.html ) è arrivato il turno di Edilquattro - Ex Bernardelli - che chiede l'ampliamento.
Richiesta che di fatto il più delle volte si concretizza con la creazione di una nuova discarica.

Inutile dire che a noi viene il vomito a dover scrivere queste continue notizie e sale la rabbia verso imprenditori senza scrupli e senza coscienza.

Non rimane che ripartire con la battaglia, scendere in strada e sperare che la legge regionale con il famoso indice possa mettere una pietra sopra a questa nuova inaccettabile e immorale richiesta.



http://www.cartografia.regione.lombardia.it/silvia/jsp/procedure/agenda.jsf?aggreg=PRO&proc=VIA

Buona serata
CC

Nuova, ennesima, richiesta dalla Systema #2

Buongiorno a tutti, si aggiungono piccoli tasselli alla nuova richiesta del gruppo Systema di cui abbiamo scritto due giorni fa: http://www.noamiantoamontichiari.blogspot.it/2014/07/nuova-ennesima-richiesta-dalla-systema.html

Qui sotto l'istanza pubblicata sull'albo del comune, al momento non ci sono allegati che possano far comprendere l'entità della richiesta, quello che sappiamo è che la richiesta è una variazione non sostanziale che riguarda i rifiuti conferiti e che è stato depositato un documento con un'analisi di rischio. Insomma qualla che si delinea potrebbe essere una nuova pericolosa situazione.

Situazione che guarda caso, arriva proprio ad Agosto.

Rimaniamo in attesa di leggere i dettagli tecnici della nuova richiesta e di capire come si muoverà la nuova amministrazione.

Buona lettura
CC


martedì 29 luglio 2014

DI.MA srl -- una nuova richiesta sul nostro territorio



DI.MA srl è un'azienda sita a Montichiari via Dugali Sera e che opera nel campo del trattamento dei rifiuti.

L'attività attualmente autorizzata dalla Provincia di Brescia consiste nel trattamento e recupero di rifiuti speciali non pericolosi, di fatto entrano materiale derivanti principalmente dall'attività di costruzione e demolizione ed escono materiali granulari da riutilizzare in alcuni lavori edili quali sottofondi stradali, riempimenti di piazzali o capannoni, preparazione piani di posa per pavimentazioni in asfalto o calcestruzzo, ecc

Qui potete leggere quanto dichiara la ditta della sua attività: http://www.dima-trattamentorecuperorifiuti.com/prodotti

Ovviamente per quanto scritto tutte sembra perfetto ma la cosa che ci preoccupa è che in data 03 giungo 2014 la ditta ha presentato una richiesta in Provincia di Brescia per l'ampiamento dell'attività ed i numeri fanno un po' paura.

Attualmente l'azienda si estende su un'area di 7.855 mq, il nuovo progetto - anche se in questo punto non è molto chiaro - indica un aumento a 25.620 mq. ( oltre TRE VOLTE!).

Siccome ormai abbiamo capito tutti che uno dei più grandi business del nostro tempo è costituito dal ciclo dei rifiuti e siccome, qui a Montichiari, siamo reduci da parecchie esperienze alquanto negative con discariche siamo ben legittimati a guardare con preoccupazione e sospetto questo tipo di situazione.

Sospetto che aumenta mano a mano leggiamo la richiesta di VIA.

Al punto delle emissioni si legge che “il quadro emissivo autorizzato non subirà modifiche a seguito dell'aumento dei quantitativi di rifiuto trattato e dall'aumento delle superfici”. Ora, visto che l'attività di trattamento rifiuti aumenterà di 90.000 t/anno anche un bambino può capire che è impossibile che le emissioni rimangano uguali a prima. Se poi quest'affermazione non è supportata da alcun dato tecnico i sospetti aumentano.

Pur con un aumento così consistente dell'area di lavorazione non compare in tutta la richiesta alcun progetto di potenziamento della raccolta delle acque meteoriche che bagnano i rifiuti. Se ci aggiungiamo che la DI.MA è sotto il piano campagna ed è molto vicina alla falda acquifera i timori aumentano.

Ad oggi la DI.MA tratta 150.000 tonnellate all'anno, con l'ampliamento ne verranno aggiunte altre 90.000 per un aumento del 60%. In tutta la richiesta non vengono forniti dati chiari sulle maggiori emissioni e quindi non si può sapere se i sistemi di attenuazione e di abbattimento sono sufficienti. Se a questo aggiungiamo che i camion al giorno passeranno da 40 a 64 prende forma la dimensione del nuovo impatto.

Insomma un quadro preoccupante che si aggiunge alla già drammatica situazione del nostro territorio.

Good Night & Good Luck.
CC



 

Nuova, ennesima, richiesta dalla Systema

Buongiorno a tutti, è datata 24 luglio 2014 la nuova richiesta del gruppo Systema per un'istanza di deroga dei criteri di ammissibilità dei rifiuti conferiti in discarica.
Maggiori dettagli non sono per ora chiariti dal documento, quello che si legge è che l'Arpa dovrà dare un suo parere tecnico e che questo sarà vincolante, ne si evince che la nuova richiesta riguarderà temi "delicati" per l'ambiente.

Un piccolo appunto per la nuova Amministrazione: le società che finanziano tanto generosamente le attività del Comune e che aiutano a far quadrare i conti non è detto che lo facciano per spirito filantropico. C'è la possibilità che lo facciano perchè, in casi come questi, non trovino ostacoli sulla loro strada ma ossequiosi consensi.

Buona giornata
CC



lunedì 28 luglio 2014

GEDIT: nuovo capitolo della serie "Cornuti e Mazziati"

Ciao a tutti, di seguito vi posto un articolo apparso ieri sul portale BS News.

Pare che nuovi, severissimi e rigorossimi controlli siano stati effettuati presso la discarica Gedit della famiglia Gabana. I potenti e sensibilissimi nasi dei tecnici della Provincia di Brescia hanno perlustrato tutta la zona attorno alla discarica ed il centro di Vighizzolo ed hanno affermato che non c'è alcun odore. La data della rilevazione è stata il 24 luglio, non è dato sapersi se tali controlli sono stati fatti a sorpresa oppure dopo cortese preavviso.
Insomma, dopo aver subito i danni da parte della discarica, ora ci prendono pure per il culo.
Dura la vita di chi ha la sfortuna di vivere a fianco di aziende gestire da imprenditori arroganti e con pochi scrupoli.

Faccio presente alla redazione di BS News che oltre alle sentenze dei tribunali esiste un documento ufficiale dell'ARPA in cui vi è scritto che la Gedit emette odore. Quindi, se quella scritta non è una marchetta ( cosa che io non penso), consiglio ai giornalisti di informarsi prima di scrivere e pubblicare pezzi.

Buona notte
CC

Gedit, niente odori molesti: lo dicono i nuovi controlli

 
 
Non ci sono odori molesti alla discarica Gedit di Montichiari. A testimoniarlo - oltre alle sentenze dei tribunali - è il recente sopralluogo dei tecnici dell'ufficio rifiuti della Provincia di Brescia, da cui emerge con chiarezza che “durante il giro di perlustrazione effettuato lungo il perimetro della discarica gli odori rilevati non sono risultati molesti”.
In particolare, nel verbale, si legge che nella frazione di Vighizzolo (in particolare in centro, in via Levate, via Bassa e via Dritta) - durante rilevazioni in diversi orari della giornata del 24 luglio - non sono stati percepiti odori collegati al conferimento dei rifiuti.
 

mercoledì 16 luglio 2014

MONTICHIARI LIBERATA. UNA DOVEROSA RETTIFICA.

Domenica 13 ho pubblicato sul blog un post dal titolo: MONTICHIARI E' STATA LIBERATA. QUALCUNO SE NE E' ACCORTO?

Riguardo alla questione relativa alla sponsorizzazione del gruppo Systema devo tuttavia pubblicare una doverosa rettifica. Ci hanno comunicato che il logo Systema sulla locandina dell'evento "Buskers Festival" è frutto di un accordo stipulato dalla precedente amministrazione e in cui è attore protagonista la Pro Loco. L'attuale amministrazione ci ha fatto sapere che era un accordo già fatto e non si poteva cancellare ma che si dissociano e che è loro obiettivo fare in modo che ciò non accada più in futuro. Noi, ovviamente, saremo qui a vigilare.

Riguardo alle intercettazioni sappiamo tutti bene che il plico degli atti è costituito da parecchie pagine che ora sono secretate e quello che leggiamo sulle varie testate e giornali sono solo piccole parti che raccontano un frammento della vicenda e non l'intera storia. Tuttavia il quadro che ne emerge è, per noi cittadini, particolarmente allarmante e stomachevole. Quello che abbiamo capito è che nei giorni della grande puzza - in cui bimbi, genitori, dipendenti di aziende vicino alla Gedit, accusavano malori - qualcuno intratteneva rapporti con l'arrogante famiglia Gabana e, forse, qualcuno studiava trame "oscure" pensando di tratte un vantaggio politico dalla vicenda . Siamo convinti che con la pubblicazione di tutte le pagine il puzzle si ricomporrà e la vicenda verrà chiarita. Allora sapremo chi ha agito nel bene e chi ha fatto il doppio gioco a danno di noi cittadini. Ovviamente questi secondi dovranno rispondere di quanto fatto e assumersi le loro responsabilità.

Come sempre restiamo vigili.
Buona giornata
CC

martedì 15 luglio 2014

UN TANFO INSOPPORTABILE



Questa mattina, dopo un lungo periodo di relativa tranquillità, l'odore è tornato a invadere il centro di Vighizzolo. Un misto di marcio, putrescibile, gas e fogna che ben conosciamo e che molto ricorda la puzza che qualche tempo fa ci rendeva la vita impossibile.
L'odore che per qualcuno non è mai esistito e che fu solo una stumentalizzazione per ottenere un mero vantaggio politico alle 07:50 era particolarmente forte e nauseante.
Insopportabile come la sensazione, ormai diffusa fra i cittadini, di far parte di una storia torbida e oscura in cui sono sono stati "usati" per ottenere benifici politici.

Penso sia importante scriverlo perchè se la rete ha un pregio è quello di avere la memoria lunga. Una volta scritto un testo questo rimane fissato nella memora della rete corredato di data e ora di pubblicazione. Così, fra un po' di tempo, quando la memoria umana comincerà a mostrare i propri limiti ci tornerà utile perchè costituirà uno degli elementi che permetteranno di ricosrtuire la storia.

Buona giornata a tutti.
CC

domenica 13 luglio 2014

MONTICHIARI E' STATA LIBERATA. QUALCUNO SE NE E' ACCORTO?

Liberiamo Montichiari, cambiamo Montichiari, riprendiamoci Montichiari.... quanti di questi slogan abbiamo sentito in campagna elettorale. Così tanti che quasi ci abbiamo creduto davvero che tutto potesse cambiare in meglio. Invece la cifra del cambiamento la possiamo notare già in questi giorni.
Gli interlocutori della famiglia Gabana, quelli che nei giorni drammatici della puzza a Vighizzolo hanno avuto un ruolo attivo nella vicenda giudiziaria della Zanola, sono stati premiati con un assessorato e poi lo notiamo nelle piccole cose, quelle all'apparenza insignificanti come nella locandina qui sotto: 


I più attenti si saranno certamente accordi dello sponsor presente con il suo loghetto in basso a sinistra. E così, dopo il pappa e ciccia con la Gabana a danno dei cittadini la nuova amministrazione accetta soldi e si fa sponsorizzare dalla più grande e pericolosa discarica di Montichiari. Quella che non ha effettuato le bonifiche che aveva promesso e che ora è sotto inchiesta per smaltimenti illegali di rifiuti proprio nel nostro comune.
A questo punto qualcuno si chiederà: ma non era Fraccaro che ha fatto campagna elettorale mettendo il problema ambientale al primo posto, che ha detto stop a tutte le discariche e che ha promesso controlli severi?
Non era questa amministrazione che ha detto di voler cambiare Montichiari, rompere con il passato e aprire ad un futuro nuovo e radioso?

Si era proprio questa. Solo che dopo le promesse si è tolta la maschera, ha capito che il teatrino era finito e si è messa a fare quello che anche gli altri facevano.

Citare il Gattopardo in questo caso sarebbe banale e scontato, non lo farò, ma guardo con amarezza e sdegno a quanto sta accadendo in questi giorni e resto sempre più convinto che la politica conti davvero poco, che i poteri veri - quelli che decidono e attuano - stanno da un'altra parte e che le forze politiche sono solo la maschera e la facciata (sempre meno bella e attraente) di un sistema malato e deviato.

Come sempre teniamo gli occhi aperti e vigiliamo sul futuro del nostro territorio. Solo noi lo possiamo salvare.
Buona notte
CC

venerdì 11 luglio 2014

Montichiari, caso Zanola–Gedit: lo strano affare tra discariche e politica

Ciao a tutti, senza troppi commenti, vi pubblico un articolo che oggi ho trovato sulla nota testata giornalistica online Quelsi. La vicenda è nota e i dettagli sono da tempo di pubblico dominio ma la cosa interessante ( anche se sarebbe più opportuno dire inquietante) è che qui, nelle intercettazioni, compaiono ben due dei nuovi assessori dell'amministrazione Fraccaro. Due assessori, tra cui proprio Lia Brogliolo ora all'ecologia, che mostrano una certa familiarità con la proprietà della Gedit.
Il contesto ed i contorrni sono da brividi.
Ora più che mai è opportuno rimanere vigili.

Buona lettura.
CC

Montichiari, caso Zanola–Gedit:
lo strano affare tra discariche e politica
     

Abbiamo già parlato del caso Zanola-Gedit ovvero dell’ex sindaco antidiscariche di Montichiari che finì agli arresti domiciliari per aver difeso la salute dei propri cittadini.
Elena Zanola si è ricandidata alla guida del comune bresciano ma al ballottaggio dell’8 giugno ha perso per una manciata di voti contro l’avversario del centro sinistra Mario Fraccaro sostenuto dal PD, NCD e una compagine di liste civiche di area ex DC.
Determinante, per la sconfitta di Zanola, è stato l’appoggio di Forza Italia al candidato Fraccaro del PD.
La vicenda giudiziari dell’ex sindaco Zanola non si è ancora chiusa, anche se significativi punti a suo favore sono stati messi a segno in quanto sia la cassazione che il tribunale del riesame hanno fatto decadere le accuse di falso in atto pubblico e tentata estorsione, trasformatesi ora in violenza privata nei confronti della discarica Gedit.La vicenda assume però sempre più i connotati dell’assurdo: il 13 ottobre 2011, Daniele Zinetti, direttore della discarica Gedit, sottoponeva alla Procura della Repubblica alcuni elementi indiziari in ragione dei quali si riteneva parte lesa per il sequestro della stessa che sarebbe avvenuto solo due giorni dopo per le molestie olfattive.
Come faceva la società a sapere che sarebbe stata posta sotto sequestro due giorni dopo? Si può fare maggiore chiarezza partendo dalle registrazioni e dalle intercettazioni riportate di seguito.




Fonte: http://www.qelsi.it/2014/montichiari-caso-zanola-gedit-lo-strano-affare-tra-discariche-e-politica/

Su Padana Green

Ecco un interessante articolo apparso nei giorni scorsi sul Giornale di Brescia. L'assessore Terzi parla del nuovo piano rifiuti e cita espressamente PADANA GREEN. L'Assessore Terzi è un avvocato e le sue parole fanno ben sperare.
Ringraziamo TOM per la segnalazione.
Buona serata
CC



domenica 6 luglio 2014

Padana Green è qui!



Incassato il successo dell'indice di pressione non dobbiamo abbassare la guardia ma dobbiamo concentrarci sulle battaglie che ci aspettano quest'estate.
I valori del nuovo piano rifiuti non saranno retro attivi e quindi non valgono per le due richieste di discarica in essere sul nostro territorio.
Cava Verde 2  ma soprattutto PADANA GREEN vanno fermate a tutti i costi. Farle arrivare a Montichiari significherebbe infierire su un territorio già condannato a morte e suonerebbe come uno schiaffo al buon senso e a tutta la popolazione.
Solo arroganti imprenditori senza alcuno scrupolo posso pensare di portare ancora un milione di mc di rifiuti e amianto nel nostro comune.
La data del 15 di agosto si sta avvicinando e, come ormai tutti ben sappiamo, in quei giorni in cui l'opinione pubblica è solitamente poco attenta vengono approvate le schifezze più innominabili.

Vediamo come si muoverà la nuova Amministrazione Comunale che ha fatto dell'ambiente e dell'efficienza nella sua tutela il suo cavallo di battaglia. Sarà certamente un primo bel banco di prova.

Notte a tutti
CC